L'esperienza iberica nei conglomerati tiepidi

Franesqui García, Miguel Ángel; Giuliani, Felice y Merusi, Filippo (2010). L'esperienza iberica nei conglomerati tiepidi. "Quarry & Construction" (n. 564); pp. 81-93. ISSN 2036-9034.

Descripción

Título: L'esperienza iberica nei conglomerati tiepidi
Autor/es:
  • Franesqui García, Miguel Ángel
  • Giuliani, Felice
  • Merusi, Filippo
Tipo de Documento: Artículo
Título de Revista/Publicación: Quarry & Construction
Fecha: Enero 2010
Materias:
Escuela: E.T.S.I. Caminos, Canales y Puertos (UPM)
Departamento: Otro
Licencias Creative Commons: Reconocimiento - Sin obra derivada - No comercial

Texto completo

[img] PDF (Document Portable Format) - Acceso permitido solamente a usuarios en el campus de la UPM - Se necesita un visor de ficheros PDF, como GSview, Xpdf o Adobe Acrobat Reader
Descargar (668kB)

Resumen

Le implicazioni ambientali e la sostenibilità dei processi produttivi assumono, ogni giorno di più, importanza in tutte le fasi della programmazione delle attività antropiche e della realizzazione delle opere civili. Nell’ambito della produzione e del confezionamento dei conglomerati bituminosi per pavimentazioni stradali si stanno ricercando e sviluppando differenti tecnologie con l’obiettivo di ottenere una maggiore compatibilità ambientale ed una maggiore efficienza energetica. La produzione di conglomerati a bassa temperatura di confezionamento e di stesa, spesso denominati “a bassa energia”, permettono di ridurre il consumo di combustibile e, conseguentemente, le emissioni in atmosfera e l’effetto serra. In questo articolo si presentano e si analizzano le differenti tecnologie che si stanno implementando con il dichiarato obiettivo di aumentare la loro ecoefficacia, e si espongono alcune delle ultime esperienze realizzate in Spagna, attualmente secondo produttore europeo di conglomerati bituminosi a caldo. Una linea di ricerca è rappresentata dalle tecniche che perseguono la riduzione delle temperature di fabbricazione dei conglomerati tradizionali, con riduzioni delle temperature di processo fino ad oltre 40°C, grazie a differenti accorgimenti che consentono la riduzione della viscosità del bitume mantenendo la necessaria capacità di bagnare e rivestire l’aggregato lapideo e la buona lavorabilità della miscela. Un’altra via è quella di avvicinare il comportamento meccanico di determinate miscele bituminose realizzate a freddo con emulsioni bituminose a quelle dei tradizionali conglomerati a caldo; ciò avviene attraverso il confezionamento di miscele con emulsioni bituminose mediante i comuni impianti fissi a caldo contenendo le temperature fra 60°C e 95°C e pervenendo a temperature minime di stesa comprese fra 40°C e 60°C. Si presentano dunque le caratteristiche e le tipologie di conglomerato bituminoso a bassa temperatura, le relative applicazioni ed i processi di fabbricazione e di controllo che attualmente si stanno utilizzando con successo in Terra Spagnola.

Más información

ID de Registro: 7087
Identificador DC: http://oa.upm.es/7087/
Identificador OAI: oai:oa.upm.es:7087
URL Oficial: http://www.edizionipei.it/quarryandconstruction.html
Depositado por: Memoria Investigacion
Depositado el: 15 Mar 2013 12:15
Ultima Modificación: 22 Sep 2014 10:28
  • Open Access
  • Open Access
  • Sherpa-Romeo
    Compruebe si la revista anglosajona en la que ha publicado un artículo permite también su publicación en abierto.
  • Dulcinea
    Compruebe si la revista española en la que ha publicado un artículo permite también su publicación en abierto.
  • Recolecta
  • e-ciencia
  • Observatorio I+D+i UPM
  • OpenCourseWare UPM